L’art. 4 del DL n. 131/2023 prevede la possibilità di regolarizzare, tramite ravvedimento operoso, eventuali violazioni in materia di certificazione dei corrispettivi avvenute nel periodo dal 01.01.2022 al 30.06.2023.

Le violazioni che possono essere regolarizzate sono:

  • La mancata /non tempestiva memorizzazione o trasmissione dei corrispettivi;

  • La memorizzazione /trasmissione dei corrispettivi con dati incompleti o non veritieri;

  • La mancata emissione di ricevute fiscali, scontrini fiscali o documenti di trasporto;

  • L’emissione dei suddetti documenti per importi inferiori a quelli reali.

La regolarizzazione è consentita anche se le violazioni sono già state rilevate/contestate non oltre il 31.10.2023, a condizione che non sia stato emesso un atto di accertamento definitivo.

La regolarizzazione deve avvenire entro il 15.12.2023 mediante il versamento integrale dell’IVA ed il versamento delle sanzioni (pari al 90% dell’IVA con un minimo di €.500,00) ridotte ad 1/7 per le violazioni commesse nel 2022, o ridotte ad 1/8 per le violazioni commesse nel 2023.

A seguito della regolarizzazione, le violazioni non rilevano ai fini della sanzione accessoria di cui all’art. 12 c. 2 D.Lgs 471/97 consistente nella sospensione della licenza per un periodo da 3 giorni ad un mese.

A disposizione per eventuali chiarimenti, porgiamo cordiali saluti.

Rag. Alpini Fulvio